Gli Stati Uniti stanno distribuendo i vaccini Monkeypox al pubblico

Gli Stati Uniti presto espanderanno notevolmente il loro programma di vaccinazione per monkeypox. Martedì sera, l’amministrazione Biden ha annunciato che sta pianificando di rilasciare una scorta di oltre un milione di dosi di vaccino al pubblico entro la fine dell’autunno. I vaccini saranno somministrati principalmente a stretti contatti di casi confermati e altri con un rischio più elevato di esposizione, come uomini gay e bisessuali che hanno avuto più partner sessuali recenti in aree in cui è stata individuata la malattia emergente.

La strategia aggiornata annunciata dal Dipartimento della Salute e dei servizi umani degli Stati Uniti martedì richiederà un graduale rollout della fornitura del vaccino JYNNEOS nel paese. Quasi 300.000 dosi saranno distribuite a livello nazionale nelle prossime settimane, tra cui 56.000 dosi immediatamente. Altre 750.000 dosi saranno rese disponibili durante l’estate. E fino a 500.000 dosi dovrebbero essere rilasciate nel corso dell’anno, supponendo che passino il processo di ispezione. Tutto sommato, circa 1,6 milioni di dosi del vaccino a due dosi dovrebbero essere disponibili attraverso la scorta di quest’anno.

I vaccini sono diventati disponibili così rapidamente perché il virus monkeypox è strettamente correlato al virus del vaiolo ormai estinto, che è stato sradicato attraverso una massiccia campagna di vaccinazione globale nel 1980. I paesi hanno ancora mantenuto una scorta di vaccini contro il vaiolo fino ad oggi, tuttavia, in parte perché c’è sempre la piccola possibilità che il virus possa essere resuscitato come agente di armi biologiche. E questi vaccini sono anche pensato per essere efficace contro i virus strettamente correlati come monkeypox. In effetti, i vaccini contro il vaiolo non contengono il virus stesso, ma un altro virus correlato chiamato vaccinia.

Gli Stati Uniti hanno anche una scorta molto più grande del vaccino contro il vaiolo ACAM2000 disponibile, e l’HHS ha detto che rilascerà dosi alle giurisdizioni che lo richiedono. Ma il vaccino ACAM2000 viene fornito con effetti collaterali più significativi di JYNNEOS, rendendolo meno adatto per la distribuzione di massa, ha detto l’agenzia. In 2019, JYNNEOS è diventato il primo vaccino negli Stati Uniti ad essere approvato sia per il vaiolo che per la monkeypox. Si stima che sia efficace dell ‘ 85% contro monkeypox, ma tale stima si basa su dati limitati del mondo reale. Il vaccino può anche essere somministrato a persone subito dopo una sospetta esposizione, che dovrebbe ridurre il rischio di malattia.

Nell’annunciare il lancio ampliato delle sue scorte, gli Stati Uniti stanno seguendo le orme di altri paesi come il Regno Unito. Come questi paesi, gli Stati Uniti assegneranno le dosi su base prioritaria, a seconda del rischio di esposizione delle persone. Nella parte superiore saranno persone note per essere in stretta, contatto prolungato con casi confermati o sospetti, seguito da quelli i cui partner sessuali sono stati diagnosticati con monkeypox, e, infine, “gli uomini che hanno sesso con gli uomini che hanno recentemente avuto più sesso partner in un luogo dove ci era noto per essere monkeypox o in una zona dove monkeypox si sta diffondendo.”All’interno di questi livelli, verranno prese in considerazione anche considerazioni come la salute esistente di una persona.

“Il nostro obiettivo in questo momento è quello di garantire che la fornitura limitata di vaccino JYNNEOS sia distribuita a coloro che possono trarne beneficio più immediatamente, mentre continuiamo a garantire ulteriori dosi di vaccino”, ha dichiarato il segretario aggiunto HHS per la preparazione e la risposta Dawn O’Connell, in una dichiarazione.

Si pensa che Monkeypox infetti principalmente i roditori. Fino a poco tempo fa, si era diffuso solo occasionalmente dagli animali agli esseri umani dopo la sua scoperta negli 1950. Ma ci sono stati più di 4,000 casi confermati o sospetti segnalati globalmente negli esseri umani quest’anno, tra cui oltre 300 negli Stati Uniti, che è un carico di casi molto al di sopra delle epidemie sporadiche precedentemente osservate in alcune parti dell’Africa. Anche se potrebbe essere stato in circolazione negli esseri umani a bassi livelli per diversi anni, la sua attuale diffusione sembra essere alimentata da uno stretto contatto durante il sesso. Finora, le epidemie hanno coinvolto principalmente uomini che dormono con uomini, ma il virus può diffondersi a chiunque attraverso uno stretto contatto con eruzioni cutanee infette di qualcuno e possibilmente particelle respiratorie.

Lo scorso fine settimana, l’Organizzazione mondiale della Sanità ha rifiutato di dichiarare un’emergenza sanitaria pubblica di preoccupazione internazionale per il monkeypox per il momento, anche se hanno continuato a sottolineare che sarà necessaria una maggiore cooperazione e azione internazionale per contenere il virus prima che possa diventare permanentemente endemico in più parti del mondo.

Write a comment